Con Maria a Gesù

I primi giorni di Ottobre consegnano alla nostra Comunità Pastorale due feste dedicate a Maria Santissima. Sia a Pianello come a Cremia viene onorata la Madonna del Rosario. La devozione mariana, come ricorda saggiamente la Chiesa, ci aiuta a riconoscere Gesù come Colui che opera per noi il significato profondo e autentico della vita. Pregare Maria è quindi un aiuto nel seguire Gesù. Proprio Colei che è stata visitata in modo speciale dalla Presenza di Cristo è per noi riferimento ad una autentica esperienza di fede. Mi capita spesse volte di recarmi nei santuari mariani. Appena mi è possibile prendere ogni tanto una giornata, o una mezza giornata per riposare corpo e anima, mi porto a visitare i luoghi che richiamano in modo speciale a Maria Santissima. Non tanto tempo fa ho colto l’occasione per ritornare al Santuario di Crea, in Piemonte, dove ero andato con la Comunità Pastorale nell’ultimo pellegrinaggio che siamo riusciti a realizzare. Accanto alla bellezza e particolarità che ogni santuario esprime a modo suo, è sempre utile cogliere anche i rimandi che la storia consegna. A Crea la tradizione vuole che S. Eusebio portò il culto mariano per evangelizzare le popolazioni di quella zona del Piemonte allora ancora pagane. Questo aspetto relativo alla tradizione del santuario di Crea offre uno spunto per la realtà di oggi. Nel nostro presente assistiamo ad una forma di apostasia, cioè di perdita e di abbandono della vita di fede. Ciò conduce la gente che lascia la vita di fede in Gesù, ad andare a crearsi idoli da adorare e da servire. Mi ha colpito come all’epoca la devozione mariana sia stata utile per portare le genti pagane a Gesù. So che molti storcerebbero il naso davanti al fatto di sostenere che la preghiera a Maria sia un potente aiuto per la crescita della fede e la conversione dei cuori. Sarà, ma dove la devozione mariana è sincera e forte lì i frutti di conversione sono riscontrabili. Non è un rinchiudersi in modo quasi magico in una devozione dove sembra che recitare una Ave Maria in più possa cambiare le cose. Ma è il seguire la Madonna lasciandosi plasmare dalla logica che ha visto la Sua vita consegnarsi nelle mani di Dio. La vita di Maria parla del Suo affidarsi alla volontà del Padre celeste facendo sì che in Lei si affermasse Gesù. Chiediamo a Maria di poterLa seguire in questa strada per convertire al Salvatore i cuori freddi e lontani. don Luca